30 novembre 2012

Doppia festa in Romania

Oggi in Romania si è celebrata la festa di Sant'Andrea, il loro patrono e domani si raddoppia con la Festa Nazionale.

Auguri! 


28 novembre 2012

Ho vinto!

Dopo essere andato due volte dal dottore ed essere fuggito in entrambi i casi (a causa della folla), questa sera ho messo l'anima in pace e mi sono deciso a fare le mie ore di fila.

Per passare il tempo, durante la lunghissima attesa, ho tirato fuori uno dei tre telefoni, il più vecchio ed ho rispolverato uno dei giochi che mi hanno fatto compagnia centinaia di volte: Bubble Braker.

Giuro che fin'ora, in 5-600 partite, ero riusciuto a finire la partita solamente una volta ma questa sera è accaduto il miracolo: ho vinto!!

(l'attesa per il dottore è stata solo di 50 minuti, sono stato fortunato)



27 novembre 2012

mmm


25 novembre 2012

La città più fredda del mondo: Yakutsk

Guardando un sito di webcam dai posti freddi del mondo (c'è anche la casa di Babbo Natale in Lapponia), avevo notato spesso questa città (Yakutsk), con valori quasi sempre al limite dell'inverosimile, di cui però non avevo mai approfondito la conoscenza.

Oggi mi sono voluto informare ed ho scoperto che:



Yakutsk è una città russa a circa 450 chilometri di distanza dal Circolo Polare Artico, sul fiume Lena, con una popolazione di oltre 200.000 abitanti e temperature tali da far meritare a Yakutsk il titolo di "città più fredda del mondo".

Durante la maggior parte dell'anno, Yakutsk è coperta da uno strato di neve e ghiaccio che si forma grazie alle temperature estremamente basse della regione. La temperatura media ha sbalzi che vanno da +20°C durante Luglio fino a -40°C in Gennaio.

Durante l'inverno, la temperatura non è mai superiore allo zero, e può scendere fino alla misurazione record di -63°C, la temperatura più bassa mai registrata sul pianeta in una città, eccetto che ai Poli.

Il terreno inoltre ha una particolarità: a circa 4 metri di profondità dalla superficie, la temperatura rimane costante, a -8°C, tutto l'anno; non importa quanti gradi ci siano in superficie, se 35°C (d'estate si possono raggiungere quelle temperature-picco) o -50°C.

Questo tipo di terreno è anche un incubo per i costruttori: è difficile porre fondamenta sul permafrost è come dover scavare nel cemento. E la sabbia che compone il permafrost, nel caso il ghiaccio dovesse sciogliersi durante l'estate, è un grosso problema per la stabilità delle case.

La città è nata per l'espansione mineraria verso Est. E' stata infatti una risorsa importante per l'estrazione di minerali preziosi e diamanti, ottenuti attraverso la perforazione dello strato di permafrost che ricopre costantemente la regione.


Le temperature così rigide di Yakutsk consentono agli abitanti o ai camionisti di passaggio di sfruttare il fiume Lena come una vera e propria autostrada. Durante l'arco di tutto l'inverno, il Lena viene coperto da uno spesso strato di ghiaccio, tale da poter consentire il passaggio di camion carichi di provviste e di minerali estratti dai giacimenti locali.

La regione non offre solo miniere. La "moda" di Yakutsk prevede pellicce di coniglio, volpe artica e renna sotto forma di cappelli, giacconi e stivali. Più che di moda, si parla di sopravvivenza: come dice un abitante locale intervistato dal giornale The Indipendent, che esprime molto chiaramene la sua opinione sulla questione delle pellicce animali: "Dovrebbero venire e vivere in Siberia per un paio di mesi, e vedere se saranno ancora così preoccupati per gli animali. Hai bisogno di indossare pelliccia, qui, per sopravvivere. Nient'altro ti tiene al caldo".

Renne e cavalli sono anche prelibatezze locali: Yakutsk è nota per le salsiccie di cavallo, realizzate utilizzando quasi ogni parte dell'animale.

E' incredibile come la gente del posto possa vivere una vita normale in un ambiente così freddo. Una temperatura di -40°C stroncherebbe chiunque di noi, comuni mortali.

A Yakutsk, i bambini non vanno a scuola solo se la temperatura scende sotto i -55°C, e viene considerata normale, in Gennaio, una temperatura di -45°C. I bambini giocano all'esterno, se il riscaldamento non funziona (come è capitato, potete leggerlo su questo articolo de La Stampa del Gennaio 2008) pare non sia un problema così tragico, e 40 gradi sotto lo zero sono definite dal meteo locale come "freddo ma non troppo".




 


Vedi anche il post su: OYMYAKON, la vera città più fredda del mondo

22 novembre 2012

Burrasca sulla nave per Medjugorje

Avevo letto su diversi giornali della brutta esperienza capitata ad un gruppo di pellegrini di paesi vicini, durante un viaggio a Medjugorje. Avevo letto che l'andata, in nave, era stata una vera e propria odissea ma non immaginavo che a bordo ci fossero tre miei colleghi di lavoro.

L'ho saputo solo ieri, quando ho visto alcune foto nel computer di un collega.

A me era successo nel lontano 1990, in gita di quinta ragioneria, quando andavamo in Grecia, di "assaggiare" il mare agitato. Ho dei lontani ricordi ma un paio di cose sono rimaste impresse nella mia mente: era difficile a momenti, rimanere in piedi ed aveva vomitato almeno la metà delle persone a bordo.

Quello che è capitato ai miei colleghi, sembra sia stato molto peggio! 

Purtroppo ho solo una foto, fatta all'interno della nave, durante la drammatica traversata ma da quello che si vede, la situazione era molto critica.


Link alla notizia su:  Messaggero  -  il Resto del Carlino  -  Edizioni Oggi






Foto del giorno


21 novembre 2012

Attenti al... cane?


20 novembre 2012

Novità nel blog

Ho fatto un piccolo aggiornamento nel blog, aggiungendo due cose: il tasto "Mi Piace" e la possibilità di tradurre la pagina in una delle lingue supportate da Google (quasi tutte).



19 novembre 2012

Armenia, Turchia e Siberia

Ieri è stata una di quelle domeniche che per fortuna capitano poche volte nell'arco dell'anno.

Il cielo plumbeo e la pioggia insistente, ci hanno costretti a passarla dentro un bar (Kaldo), dove, la cosa più appassionante è stata la lettura di due interessantissimi articoli del Corriere della Sera (dopo aver vivisezionato la Gazzetta dello sport) che trattavano rispettivamente della ricostruzione dei meccanismi decisionali che portarono allo sterminio di massa degli armeni da parte della Turchia e della recensione di un libro su un viaggio all’estremo oriente della nuova Russia, tra le vetrine di Max Mara e le statue di Lenin.


Messa così, sembra che stia facendo una battuta ma giuro che, data la mia pazzia, è tutto drammaticamente vero.


Due giorni fa, parlando con un’amica di Yerevan, le dicevo che per un eventuale ipotetico e fantomatico incontro, ci saremmo potuti vedere a metà strada, nella bellissima Istanbul ma lei, da armena purosangue, ha iniziato a parlarmi malissimo dei vicini turchi spiegandomi i motivi storici di tale acredine.


Per quanto riguarda l’articolo sulla Russia, sempre la settimana scorsa, ho comprato un libro narrante un viaggio sul Trans Europa Express (che molto probabilmente, per motivi di tempo, leggerò la prossima estate al mare) ed ero curiosissimo di sapere se fosse qualcosa di simile e perché stiano uscendo, quasi in contemporanea, più libri che parlano della profonda Russia, argomento che mi appassiona tantissimo.





18 novembre 2012

Piccoli maghi crescono

Ho appena caricato su Youtube il video del piccolo mago che abbiamo in casa che, come ho scritto nel famoso portale di video, per ora frequenta solamente la quinta elementare ma presto lo farò esibire in tutti i palcoscenici (e forse circhi) più importanti del mondo!


16 novembre 2012

Note su Malta

Metto a disposizione, se mai dovessero servire a qualcuno, gli appunti presi per la mia vacanza di Malta. Sono scritti in modo molto schematico e non molto elaborati ma c'è praticamente tutto quello che serve. In fondo ci sono i link a 3 pdf dove si possono trovare ulteriori informazioni.



VALLETTA ------------------------------------------------------------*
- Cattedrale San Giovanni Battista. Ha una facciata austera, ma l'interno è un capolavoro dell'arte barocca; la sua caratteristica principale è costituita dal pavimento, un vero e proprio 'patchwork' di pietre tombali marmoree che commemorano i più antichi Cavalieri di San Giovanni. Il museo ospita una collezione di straordinari arazzi fiamminghi e due quadri del Caravaggio (Decollazione di San Giovanni Battista)
- Upper Barrakka Gardens (giardini alti Barrakka). In origine i giardini privati dei Cavalieri di San Giovanni italiani, da cui si gode di una vista stupenda sul Grand Harbour (porto) e sulla Cottonera.
- Museo Nazionale di Archeologia.  uno dei maggiori di tutta Europa
- Museo Nazionale delle Belle Arti
- Grand Harbour e Marsamxett Harbour (porti di Valletta)
- L'Auberge de Castille. E' uno dei più grandiosi palazzi della Valletta, un tempo residenza della langue spagnola e portoghese (una delegazione dell'Ordine di San Giovanni) e ora sede del primo ministro, chiusa al pubblico
- Palazzo del Gran Maestro. L'altro importante museo della città, ricco di arazzi, affreschi e fregi che celebrano il Grande Assedio, è anche la sede del presidente e del parlamento.
- Casa Rocca Piccola (Republic Street 74)

VITTORIOSA (BIRGU) ------------------------------------------------------------*
- Palazzo dell'Inquisitore
- Chiesa di S. Lorenzo
- Forte S. Angelo
- Casinò di Venezia sul lungomare
- Folk Museum. Museo ingannevolmente chiamato Museo del folclore, situato nel Palazzo dell'Inquisitore. Oltre agli strumenti 'di lavoro' dell'inquisitore, il museo propone la visita alla Sala del Giudizio e al torrione in cui venivano rinchiusi i prigionieri.
- Le 'tre città' di Malta “Vittoriosa, Senglea e Cospicua” formano la Cottonera, nome che deriva dalle fortificazioni secentesche. Non è generalmente compresa negli itinerari turistici di Malta, ma una visita a questo complesso consente di farsi un'idea della vita quotidiana e lavorativa dell'isola.
- Museo Marittimo. Illustra la storia navale di Malta

VICTORIA-RABAT (GOZO) ------------------------------------------------------------*
- Catacombe di S. Paolo
- A Victoria (Rabat), centro commerciale dell'isola, si respira una tranquilla atmosfera da XVII secolo e la vista sull'intera isola che si ha dalla Cittadella, o 'Gran Costello', è veramente grandiosa.
- Finestra Azzurra. Imponente arco roccioso accanto alla costa, a picco sul mare perchè è uno spettacolo della natura
- Se capiti a Gozo non perdere il centro di Rabat e poi goditi una spiaggia con la terra rossa a Ramla Bay e la splendida vista poco più in su a Calipso Cave!
- Il complesso dei templi di Ggantija, nei pressi di Xaghra
- Calipso Cave
- Norman House (Casa normanna), all'interno del complesso della Cittadella, ospita un interessante museo di arte popolare.
- La Grotta. Discoteca famosa a livello internazionale
- Inland Sea (Mare interno) una delle più belle spiagge del Mediterraneo. Un bacino isolato di acqua cristallina e di sabbia di ciottoli protetta da scogliere a picco.

MDINA ------------------------------------------------------------*
- Cattedrale di San Paolo, chiesa cattolica dell’XI secolo
- Palazzo Falson, una villa medievale favolosa che risale al 1495, in stile normanno
- Questa città vecchia di 3000 anni, un tempo centro politico di Malta, è caratterizzata da un'abbondanza di edifici normanni e barocchi e da strette viuzze acciottolate. Abbarbicata su un'altura rocciosa circa 15 km a ovest della Valletta, la cosiddetta Città Notabile (deve questo soprannome alle numerose famiglie aristocratiche maltesi che ancora vi abitano) offre una superba vista su tutta l'isola.
- Mdina vanta una bellissima piazza centrale
- Sicula-Norman Cathedral (Cattedrale Siculo-Normanna) - Una chiesa cattolica dell'XI secolo. Nel museo della cattedrale è esposta una collezione di sculture in legno di Dürer.
- Il panorama sul Mediterraneo e sulla vicina isola di Filfla è imperdibile.
- MDINA (Metropolitanan. bus 81, 86), la vecchia capitale di Malta, è una tipica città medievale situata al centro dell’isola. La "città silente", nome col quale è nota, offre una magnifica veduta dell’isola.
 
PAOLA ------------------------------------------------------------*
- Hypogeum (Ipogeo) Una serie di 7 livelli successivi, una rete di grotte, gallerie e sale risalenti a 4400, che portano ad un grande tempio sotterraneo. E' una cosa favolosa, un unicum su tutta la terra nel suo genere. E' sempre pieno anche perché si accettano solo 10 visitatori alla volta. Bisogna prenotare con largo anticipo

SLIEMA ------------------------------------------------------------*
- Plaza Shopping Centre. centro commerciale più grande di Malta
- St Peter’s Pool. Piscina naturale con mare spettacolare

COMMINO (KEMMUNA) ------------------------------------------------------------*
- Blu lagoon
- Comino è l'isola più piccola dell'arcipelago maltese, ed è anche la più tranquilla. A Comino non c'è altro da fare che arrampicarsi sulle rocce che costeggiano il litorale, nuotare o armarsi di maschera e pinne ed esplorare i fondali delle numerose insenature costiere.

MOSTA ------------------------------------------------------------*
- Mosta è famosa per la sua chiesa imponente che vanta una delle cupole senza sostegno più grandi al mondo (40 m di diametro) seconda solo a S. Pietro e a St Paul a Londra. La chiesa fu progettata ispiratosi al Pantheon di Roma.

ST JULIANS/PACEVILLE ------------------------------------------------------------*
- Trovate un sacco di ristoranti buoni e non molto costosi. Il migliore qualità/prezzo è Paparazzi, sulla baia.
- Molto romantica la passeggiata a Portomaso, nella parte interna di St Julian's verso Paceville (quartiere di discoteche e casino!) dove c'è l'hotel Hilton (vi consiglio una capatina anche qui: potete prenotare una cena a buffet pagando circa 20 euro ed abbuffandovi di pesce il venerdì sera: il tutto in una cornice magnifica)
- Se opti per un locale da cocktail, allora ti consiglio il Soho lounge nel centro di Paceville
- Level 22 - Hiton - Barcellona lounge

VARIE ------------------------------------------------------------*
- BLUE GROTTO. (Wied Iz- Zurrieq) (Metropolitanan. bus 38, 138), mare più blu mai visto. La Grotta Blu è famosa per la trasparenza delle sue acque e per i colori brillanti delle rocce nelle grotte
- TEMPLI MEGALITICI. di Mnajdra e Hagar qim, del 3800 a.C. per un'infarinatura sulla vastità dei templi megalitici maltesi è un ottimo assaggio. I templi preistorici di Hagar Qim ci riportano all'età del rame. Databili intorno al 3800 a.C., si tratta delle più antiche costruzioni edificate dall'uomo esistenti al mondo. Il tempio di Hagar Qim e l'attiguo tempio di Mnajdra si trovano nei pressi del villaggio di Qrendi, circa 15 km a sud-ovest della Valletta. Hagar Qin. Il grande complesso megalitico di Hagar Qin è costituito da un sistema di camere costruite con enormi lastre di arenaria: il monumento è stato dichiarato World Heritage site dall'UNESCO.
- Marsaxlokk (Metropolitanan. bus 27) Il principale villaggio di pescatori di Malta, domenica mattina mercato
- Ta Qali craft village. Artiginato tipico locale
- St. Pauls Island
- Eagle Heli Flights Malta
- Red Tower
- Ghar Lapsi
- Malta experience tour al mediterranean conference center al forte di Sant’Elmo
- Buskett Gardens. Una valle lussureggiante di alberi e di boschetti di aranci protetta dalle scogliere di Dingli Cliffs

SPIAGGE ------------------------------------------------------------*
- Malgrado le sue coste siano prevalentemente rocciose a Malta non mancano alcune belle spiagge. Tra queste segnaliamo quelle di Gnejna Bay e di Golden Bay sulla costa nord-occidentale e quella di St George's Bay, caratterizzate da acque calde e tranquille e da lunghi tratti di spiaggia sabbiosa.
- Mellieha Bay (Metropolitanan. bus 44, 45). Questa è la spiaggia sabbiosa più popolare, grande e bella di Malta
- Bugibba (Metropolitanan. bus 49, 58). Qui le coste rocciose non tolgono attrattiva ai resort. Le rocce piatte consentono di prendere il sole comodamente e vi sono numerosi punti di accesso per i nuotatori.
- Pretty Bay (Metropolitanan. bus 12, 13). E’ un resort lussureggiante sul mare, a sud di Malta. Si trova proprio al centro della città, quindi ci sono numerosi negozi e ristoranti lungo la costa.
- Golden Sands (Metropolitanan. bus 47). Baia sabbiosa tra le più belle nelle isole maltesi. L’area è un eccellente luogo per passeggiate. La baia è il luogo ideale non per sport acquatici quali il windsurf.
- Ramla Bay (Gozo) è la migliore spiaggia di Gozo

CUCINA ------------------------------------------------------------*
- La CUCINA maltese è influenzata soprattutto da quella siciliana, sebbene la grande popolarità di costolette alla griglia e arrosto accompagnato da tre verdure rivelino una altrettanto forte parzialità per tutto ciò che riguarda l'Inghilterra e le sue tradizioni. Tra le specialità locali segnaliamo il pastizzi (deliziosa pasta sfoglia ripiena di formaggio), la timpana (un timballo di maccheroni, formaggio e uovo) e il fenek (coniglio), generalmente fritto o cotto in padella, oppure cucinato in forma di pasticcio avvolto in una sfoglia.
- Alcune specialità locali sono i pastizzi (pasta sfoglia ripiena con ricotta o purè di piselli)
- gli hobz biz-zej (una fetta di pane intinto in olio d’oliva, strofinato con pomodori maturi e riempito con un mix di tonno, cipolla, aglio, pomodori e capperi)
- Timpana (timballi di maccheroni, formaggio e uovo)
- Fenek (coniglio), generalmente fritto o cotto in padella
- Aljotta (zuppa di pesce)
- Bragjoli (involtini di carne cotti in vino rosso)
- Kannoli (dolci con ricotta, pezzi di cioccolato e frutta candita, in stile siciliano)
- Kapunata (versione maltese della Ratatouille o della caponata siciliana)
- Figolla (biscotti ripieni alle mandorle)
- Gbejniet (palline di formaggio per accompagnare gli aperitivi)
- Helwa tat-tork (miscuglio dolce a base di mandorle intere e tritate)
- Kusksu (zuppa di fagioli freschi)
- Qarabali (zucchine ripiene)

FILM girati a MALTA ------------------------------------------------------------*
-Il gladiatore di Ridley Scott (2000), girato in parte sull'isola di Malta
-U-571 (2000), film di guerra del regista americano Jonathan Mostow.
-Il Conte di Monte Cristo di Kevin Reynolds (2002)
-Troy di Wolfgang Petersen (2004)
-Il Codice Da Vinci di Ron Howard e basato sull'omonimo best-seller di Dan Brown (2006)
-Malta è stata anche il set di due episodi della fortunata fiction televisiva Carabinieri 7






Dal 1 gennaio 2008 Malta ha adottato l’Euro come valuta

Taxi bianchi sono i più costosi. Wembely economici

Ambasciata d’Italia a Malta: Vilhena Street 5, Floriana 14, tel. 00356.21233157/8/9

L'arcipelago maltese consta di tre isole situate al centro del Mediterraneo, 93 km a sud della Sicilia e 350 km a nord della Libia. Malta, la più grande, ha la forma di una bottiglia e la sua costa movimentata è interrotta da un gran numero di insenature e di rade. A parte alcune creste e alture, il territorio maltese è molto piatto e per la maggior parte calcareo. Gozo (Ghawdex) è più verde e movimentata di Malta e la sua costa è caratterizzata da alte scogliere frastagliate.

MALTA gode di un clima eccellente con temperature che raggiungono i 30°C nel cuore dell'estate (luglio e agosto) e quando soffia il caldo vento di scirocco dall'Africa. La temperatura media più bassa (circa 15°C) si registra in gennaio, mentre la stagione piovosa va da novembre a febbraio, sebbene si verifichino in genere poche precipitazioni tutto l'anno.

MALTA è l'incrocio di impronte culturali lasciate da... Fenici, cartaginesi, romani, bizantini, normanni, aragonesi, Cavalieri di Malta, francesi e inglesi! È il luogo in cui Caravaggio dipinse e lasciò la sua Decollazione di San Giovanni. È un'isola con un clima eccezionale. Un luogo pieno di feste religiose. Il posto dove probabilmente Ulisse incontrò Calypso. È il centro della Rosa dei venti, in mezzo al Mediterraneo.

Per salvare i files seguenti, basta cliccare col tasto destro del maouse e scegliere "salva oggetto con nome"


SCARICA PDF1
SCARICA PDF2
SCARICA PDF3

15 novembre 2012

Fenomenale gol di Ibrahimovic

Lo scrivo in tutte le lingue del mondo. Si tratta di uno dei gol più belli della storia del calcio!


Niente male anche il commento in russo.

невероятный!
لا يصدق!

uskumatu!

信じられない!

Incredible!

Inkredibbli!

Incrível!

เหลือเชื่อ!

Incredibile!


14 novembre 2012

Sconosciuto nel letto

Da morire! Dal ridere o di paura, scegliete voi..

13 novembre 2012

Україна loves Italia

Qualcosa mi dice che in Ucraina c'è voglia di Italia. Brand italiani famosi e meno famosi, cucina nostrana, sia nei ristoranti che nei supermercati. Ci sono nomi italiani ovunque. Evidentemente gli arrivano solo le buone notizie e non ci conoscono bene.

Di seguito alcune foto che ho scattato ad agosto, nel mio ultimo viaggio a Kiev.