20 ottobre 2018

La fibra costretta a “dribblare” l’ostacolo

Come stiano realmente i fatti non è dato saperlo e potrebbe essere qualsiasi cosa ma quello che appare più verosimile è che l'auto fosse parcheggiata lì durante i lavori e per non perdere tempo a chiamare un carro attrezzi, sia stata aggirata.


Udine, auto in sosta in via Planis durante i lavori: la fibra costretta a “dribblare” l’ostacolo

Nonostante gli annunci che avvisavano del cantiere e del temporaneo divieto di sosta fossero ben visibili, il proprietario della vettura l'ha lasciata lì parcheggiata 

A guardare l’immagine non ci sono dubbi sul fatto che la fibra arriverà proprio ovunque, come si legge in alcuni dépliant pubblicitari. In via Planis sembra infatti che gli operai non si siano fermati di fronte a nulla. L’impressione è che, pur di completare il lavoro in tempo, abbiano deciso di “dribblare” un’auto lasciata in sosta nonostante gli annunci che avvisavano del cantiere e del temporaneo divieto di sosta fossero ben visibili.

Questa almeno è l’interpretazione data da un nostro lettore che ci ha inviato la curiosa immagine. Chiamare il carro attrezzi per far rimuovere l’auto avrebbe indubbiamente rallentato il cantiere e così è stata improvvisata una deviazione. A meno che il “cambio di rotta” non sia stato deciso per altri motivi e l’auto non sia stata parcheggiata dopo che l’intervento era già stato completato. Il dubbio resta, anche se l’impressione è che la deviazione si stata fatta su misura dell’auto lasciata in divieto.

[Link]

19 ottobre 2018

Vittime di drammi familiari che cercano la ribalta

Ho trovato questo articolo del 2010 in cui si parla di Claudio Scazzi, il fratello della povera Sarah, uccisa ad Avetrana, che sembra abbia chiesto a Lele Mora un lavoro nel mondo dello spettacolo, che fa il paio con Azouz Marzouk, della strage di Erba, quella compiuta da Olindo e Rosa, che faceva l'ospite nelle discoteche (leggi). 

Mentre leggevo, ho pensato a casi recenti di persone balzate agli onori della cronaca per bruttissime storie familiari, che hanno usato quella notorietà involontaria per una candidatura politica e mi chiedevo se anche quella sia una cosa che era meglio evitare o meno.



Fratello di Sarah Scazzi come Azouz Marzouk: fatemi lavorare in tv

Claudio Scazzi, il fratello della piccola Sarah uccisa ad Avetrana, dichiara di aver chiesto a Lele Mora un lavoro nel mondo dello spettacolo, per cui ritiene di avere delle potenzialità.

Il dorato mondo dello spettacolo continua ad abbagliare anche chi della tv proprio dovrebbe averne abbastanza, essendo balzato agli onori della cronaca per bruttissime storie familiari. Successe solo pochi anni fa con Azouz Marzouk, scampato – non essendo in casa durante i tragici eventi – alla strage di Erba in cui furono uccisi la moglie, il figlio e la suocera, oltre che una vicina di casa. Accade ora con il giovane Claudio Scazzi, fratello maggiore di Sarah, la cui morte (e la sua costruzione mediatica) ha sconvolto l'immaginario collettivo di un'intera popolazione.

Ma, a quanto pare, quelli a lei più vicini stanno cercando di voltar pagina e occupare con altro la mente più dei milioni di italiani ancora incollati ai teleschermi per rivivere quotidianamente la tragedia. Non c'è altra spiegazione per commentare l'atteggiamento di Claudio, che proprio ora si è ricordato di "avere delle potenzialità" per il piccolo schermo, come dichiara in un'intervista rilasciata al settimanale Oggi. Ecco le sue parole che stanno già rimbalzando su tutti i media:

«Sto a Milano e ho chiesto a Mora se aveva in mente qualcosa per me. Non mi dispiacerebbe la televisione. […] Se non lo sa lui cosa farmi fare…». Ma pare che il talent-scout dei più noti volti televisivi proprio non lo sapeva… infatti continua Claudio: «Dice che non vado bene, non sono fatto per la tv». Risposta che avrebbe deluso il giovane ma non certo indotto alla rassegnazione, infatti, accompagnato dal padre e da un legale, il ventiquattrenne avrebbe già visitato altre agenzie milanesi di spettacolo.

Lele Mora si sarebbe detto disponibile, invece, durante suoi eventi, a consentire a Claudio di presentare il progetto Sarah per sempre di cui è promotore e di raccogliere fondi per la realizzazione del canile comunale, uno dei sogni della piccola Sarah, che nutriva un grande amore per gli animali.

Claudio però rinnega il paragone con il marocchino in quanto, a differenza di quest'ultimo, non sarebbe nei suoi intenti cavalcare la popolarità raggiunta a causa dell'assassinio di un familiare per affermarsi nello spettacolo, e afferma: «A un'agenzia di Torino, che mi proponeva di diventare il nuovo Azouz Marzouk ho già detto no».

Dopo quest'ultima uscita e la presunta richiesta pervenuta ad Ivano -l'Alain Delon di Avetrana – di diventare uno dei protagonisti del Grande Fratello 11 sarebbe ora di calare il sipario sul reality show di Avetrana.

[Link]

18 ottobre 2018

Banksy rimpiange distruzione incompleta - VIDEO

Banksy rivendica di aver inserito lui un congegno tritadocumenti nella cornice della 'Bambina col Palloncino', e lascia intendere d'essere dispiaciuto che la distruzione non sia stata totale, per qualche malfunzionamento nel meccanismo.



Banksy rimpiange distruzione incompleta

Misterioso artista rivendica idea del congegno trita-documenti

(ANSA) - LONDRA, 18 OTT - Banksy rivendica apertamente di aver inserito lui un congegno tritadocumenti nella cornice della 'Bambina col Palloncino', la sua opera autodistruttasi parzialmente nella sorpresa generale a una recente asta di Sotheby's dopo che era stata aggiudicata per ben un milione di sterline. E, anzi, lascia intendere d'essere dispiaciuto che la distruzione non sia stata totale.

Il misterioso 'writer' britannico ha diffuso ieri sera un video al riguardo sul suo website. Video nel quale mostra immagini della realizzazione del congegno e del suo inserimento nella cornice, in vista di quello che evidentemente avrebbe dovuto essere un nuovo gesto di ribellione contro la commercializzazione dell'arte. "Nelle prove ha funzionato bene tutte le volte...", commenta a un certo punto, come a voler esprimere rimpianto per quanto accaduto da Sotheby's: dove invece l'aggeggio si è bloccato a metà tagliando a striscioline solo una parte della 'Bambina col Palloncino'.

[Link]

17 ottobre 2018

Scisma degli ortodossi in Ucraina

Sulla notizia del possibile scisma degli ortodossi ucraini da quelli russi, pubblicata da una mia amica, è scoppiata una vera e propria guerra di commenti tra un signore che ne attribuisce la colpa a Putin e praticamente tutti gli altri.

Avendo amicizie sia in Ucraina che in Russia e non conoscendo in maniera approfondita i fatti di cui si parla, la mia posizione è di assoluta equidistanza ma di seguito, dopo l'articolo, riporto dettagliatamente tutto quello che si sono detti in maniera anche molto accalorata.


Scisma degli ortodossi in Ucraina, ira del Patriarcato di Mosca. Sullo sfondo lo scontro Usa-Russia

Città del Vaticano – Fratelli coltelli sull'orlo di una crisi nervosa. Altro che predicare la pace e la fratellanza tra i popoli dell'Est e dell'Ovest: come in tutte le famiglie che si rispettano persino dentro il vasto arcipelago ortodosso stanno volando stracci. La decisione del Patriarcato di Costantinopoli di concedere l’autocefalia alla chiesa ortodossa dell'Ucraina sta creando uno smottamento senza precedenti, con contraccolpi anche politici, perché spacca ancora di più una Europa suddivisa in zone di influenza, da una parte i russi, dall'altra gli americani. 

Naturalmente il Cremlino appoggia il Patriarcato di Mosca in un crescendo di irritazione. Il Patriarca Kirill è montato su tutte le furie dicendo che questo scisma sarà peggio di quello del 1054. Insomma, c'è da essere preoccupati soprattutto per gli effetti collaterali che tutto questo avrà sulla politica estera. Già, perché l’indipendenza della Chiesa ucraina da quella russa complica enormemente i già difficili rapporti tra i due paesi, mettendo in luce i tentativi di Kiev di uscire dalla sfera di influenza russa per avvicinarsi ancora di più all’Occidente e agli Stati Uniti, non solo da un punto di vista politico ma, a questo punto, anche religioso. La religione che diventa un maglio politico. Il grande sostenitore dello scisma è Filarete, il responsabile della Chiesa ortodossa ucraina al quale Bartolomeo I ha concesso l’autocefalia. Un gesto di indipendenza che il Patriarcato di Mosca e il Cremlino non hanno gradito, memori del fatto che Filarete in passato aveva appoggiato fin da subito i movimenti nazionalisti che avevano preso parte alle proteste di Piazza Maidan.

 «Il riconoscimento dell’autocefalia può creare una crisi all’interno del mondo ortodosso paragonabile al grande scisma di Occidente del 1054» ha fatto sapere il Patriarcato di Mosca. La posizione riflette anche le preoccupazioni del Cremlino che osserva con attenzione spostamenti, umori, decisioni. Di fatto la situazione si sta aggravando. Agli occhi del Cremlino è un affronto per la storia religiosa ortodossa russa che proprio in Ucraina ha le sue radici.

La questione ecclesiastica dell’Ucraina è divenuta sempre più centrale negli ultimi mesi, è stata discussa «a lungo» la scorsa settimana dal santo sinodo sotto la guida di Filarete, al quale hanno preso parte anche l’arcivescovo Daniel di Pamphilon (Stati Uniti) e il vescovo Ilarion di Edmonton (Canada), i due esarchi a Kiev nominati da Costantinopoli il 7 settembre scorso nell’ambito dei preparativi per la concessione dell’autocefalia alla Chiesa ortodossa in Ucraina che proseguono velocemente.

La risposta di Mosca non poteva che essere durissima, mentre il presidente ucraino Poroshenko ha salutato l’evento con grande entusiasmo, definendolo la vittoria del bene sul male, atteso da 330 anni. Il portavoce della Chiesa ortodossa russa, Legoyda, ha invece sintetizzato: «è un passo catastrofico per l’intero mondo ortodosso», sottolineando come sia stata ormai oltrepassata la «linea rossa». Di «atto illecito» ha parlato anche il metropolita Hilarion, presidente del dipartimento delle relazioni esterne del patriarcato, il quale ha assicurato che la questione sarà affrontata ufficialmente nel corso dei lavori del santo sinodo della Chiesa ortodossa russa in programma a Minsk, in Bielorussia, lunedì 15 ottobre.

Il Vaticano che ha rapporti fraterni con Bartolomeo e ha un percorso di dialogo sempre più significativo con il Patriarca russo Kirill cerca di non intromettersi troppo, camminando sulle uova ed evitando di prendere posizioni che possano aggravare la situazione anche se Papa Francesco viene tirato per la giacchetta da tutte le parti.

In Ucraina attualmente ci sono tre chiese, praticamente un puzzle: la Chiesa ortodossa ucraina del Patriarcato di Mosca che secondo il Ministero della Cultura dell'Ucraina all'inizio del 2017 aveva a disposizione in tutto il paese 11.392 chiese e cattedrali, oltre a 12.328 comunità di credenti. Il Patriarcato di Kiev ha invece 3.784 chiese e 5.114 comunità. La terza più grande comunità in Ucraina è la Chiesa ortodossa autocefala ucraina: ha 1195 comunità e 868 chiese.

[Link]

LA COLPA E' DI PUTIN?

Marco01 La colpa e' di Putin che pur di rimanere al potere per anni invece di seguire l'esempio di George Washington presidente per soli due mandati ha fomentato da guerrafondaio la propaganda del nemico alle porte invadendo la piccola Georgia incapace di invadere la Russia e dopo l'Ucraina sempre incapace di invadere la Russia festeggiando per l'annessione della piccola Crimea ma provocando lo scisma nella millenaria unità spirituale della Russia ed Ucraina dai tempi della dinastia germanica scandinava dei Rjurikidi

Marco01 Gia' adesso Putin ha svenduto ai ricchissimi il gas siberiano, lo stesso gas di cui lui si lamentava non venisse pagato il giusto prezzo dai poveri ucraini

Gianni02 Ho capito bene? Hai detto che ha invaso l’Ucraina? Se è così, posta una foto di un mezzo militare russo di qualsiasi tipo in territorio ucraino. Neppure in Crimea sono mai entrati, rimanendo al di qua del confine. Da chi prendi le notizie? Se non ricordo male la Russia intervenne perché la Georgia aveva aggredito militarmente le Repubbliche di Ossezia ed Abkazia e non certo per spirito
sportivo.

Elena03 Marco01 si si. Ha anche manipolato le elezioni in tutta l'Europa e pure Trump è nostrissimo 

Elena03 Basta credere

Edoardo04 Lasciatelo a giocare con le rune e i vareghi

Edoardo04 Poveri noi

Claudio05 Marco01 sei l'incarnazione della menzogna.

Edoardo04 E un poveraccio

Marco01 Gianni02 perché i militari che hanno preso il controllo della Crimea avevano la bandiera russa ed il passamontagna per non farsi riconoscere ? Non erano abitanti della Crimea bensì soldati russi (non volontari come non erano volontari i soldati cinesi che scesero nella Corea del Nord ormai nelle mani dei caschi blu americani giunti a liberare la Corea del Sud invasa dai nordcoreani nel 1950) che hanno obbedito all'ordine di invadere la piccolissima Crimea per far dimenticare al popolo russo il suo fallimento economico nel garantire benessere a tutti i russi! Elena03 io non ho scritto ciò che non penso ovverosia che Putin abbia manipolato le elezioni politiche americane però scrivo ciò che fermamente quello che penso cioè che Putin ha avuto paura alle ultime elezioni presidenziali russe tanto che con l'aiuto della magistratura russa ha impedito la candidatura del politico russo Navaly (correggetimi il mio sbagliare a scrivere giusto il nome di quest'ultimo )! Edoardo04 la Georgia nel 2008 poteva invadere la Russia? Claudio05 l'Ucraina poteva mai invadere la Russia nel 2014?

Gianni02 Marco01 sei fuori come un balcone, nonostante avessero un debito di alcuni miliardi di dollari, la Russia forni’ lo stesso il gas per un’altro paio di anni.

Marco01 Gianni02 Putin ha realizzato il sogno dei russi di un benessere possibile con le ricchezze naturali della Russia? No!

Gianni02 Quella foto è del confine.

Daniele06 Marco01 in Crimea vi erano già di stanza 20000 militari russi, tutto in accordo con Kiev.

Daniele06 E ti ricordo che vi erano basi affittate a Mosca, che pagava fior di quattrini a Kiev.

Elena03 I militari russi erano in Crimea praticamente da sempre.

Marco01 Daniele06 vi erano fanti russi di marina i quali dovevano rimanere nelle loro basi navali senza invadere insieme ai rinforzi russi giunti dal mare come fecero la Crimea territorio ucraino anche se abitato da cittadini ucraini russofoni discendenti da russi ! Gianni02Gianni ci sono tantissime fotografie di russi in Crimea ben lontani dal confine in quanto la Crimea è un territorio ucraino lontano dal confine russo ucraino. Il confine tra Russia ed Ucraina è distante dalla Crimea.

Gianni02 In Ucraina vi era un presidente liberamente eletto dal popolo che con la rivolta di Maidan, fomentata da Usa ed altri di cui non parlo perché sono più potenti e mi bloccherebbero è stato deposto e ci hanno messo dei burattini agli ordini degli americani con l’intento di piazzarci un paio di basi nato (cia) e secondo te la Russia lo avrebbe permesso?

Marco01 Gianni02 non hai le prove ma soprattutto hai riconosciuto d'aver detto una cosa impossibile non scrivendo sul confine russo ucraino lontanissimo dalla Crimea

Daniele06 Marco01 e allora? Erano già presenti, punto. Nessuna invasione.
Poi rassegnati, la popolazione in Crimea è russa al 95 %e ha votato per l'annessione.
Così imparano a Kiev a fare i russofobi

Marco01 Daniele06Daniele quindi ammetti che sono usciti dalle loro basi navali

Daniele06 Dovevano garantire la sicurezza dei russi di Crimea, minacciata dall', Ucraina 
La volontà dei crimeani era d8 sfuggire ai golpisti di Kiev.

Marco07 Ti sei perso un piccolo dettaglio: è stato il golpe di Kiev che ha spaccato a metà il popolo ucraino. Filaret di Kiev vuole separarsi dal resto degli ortodossi perché ha appoggiato il golpe di euromaidan. Un golpe che ha violato la stessa costituzione ucraina, Yanukovich era il legittimo Presidente di Ucraina.

Daniele06 Marco01 a Sebastopoli avranno perduto i capelli per l' "invasione" russa.

Marco01 Daniele06 quindi ammetti che sono usciti dalle loro basi sotto l'ordine del guerrafondaio Putin il fallito che non ha arricchito il popolo russo e che ha bisogno di guerre per rimanere al potere provocando la guerra in Ucraina tentando a quest'ultima di commerciare con l'Europa Occidentale ed alla fine la popolazione Ucraina occidentale è insorta contro il fantoccio di Putin. Gli abitanti di Kiev, centro del paese, non lo voteranno mai più anche se forse lo avevano votato

Marco07 Tutto il resto sono conseguenze, in Crimea la maggioranza della popolazione è di etnia russa. Non avrebbero mai accettato di restare sotto Kiev dopo che , durante il golpe, c'era gente che in piazza dell'indipendenza inneggiava alla morte dei russi.

Piero08 Marco01 con tutto il rispetto lei è riuscito a condensare in pochissime frasi, un immane ricettacolo di ca...te e triti luoghi comuni degni di miglior causa. Tutto, ma proprio tutto ciò che lei ha scritto è falso! La Russia non ha invaso la Georgia, ma era presente con forze di peacekeeping su preciso mandato dell' ONU. La Russia non ha invaso l'Ucraina, né annesso la Crimea. Al contrario la Crimea ha deciso di tornare alla madrepatria con un referendum giudicato legittimo dagli osservatori internazionali. Per quanto riguarda la propaganda, possiamo benissimo vederla ogni giorno su tutti i media occidentali, e non il contrario. E la minaccia all'unità millenaria della Rus' viene proprio da quei paesi che si professano democratici, e che lei sembra ammirare così tanto.

Daniele06 Marco01 tagliala, vai a Sebastopoli e vedrai che ti prenderanno a pernacchie.

Daniele06 Piuttosto parlaci del golpe a Kiev.

Marco01 Marco07 non ci sarebbero stati morti senza l'intervento del guerrafondaio Putin. Ma perché siete tutti contro di me ? Forse per fare bella figura davanti ad una bella donna o forse quello che ho detto su Putin fallimento economico e' incontestabile. Se avessi detto delle fesserie non mi avreste replicato! Piero08 così per salvare gli osseti ed abhakazi Putin avrebbe fatto la cosa giusta? Ridicolo!

Roberto11 ti dico solo una cosa!!! sei un coglione ciao

Elena03 Perché sono informati a differenza tua caro Marco01

Marco07 Se la Crimea non fosse tornata parte della Russia, ci sarebbero stati sicuramente migliaia di morti, quindi è il contrario. La presenza di russi in Crimea era la più alta in tutta l'Ucraina, sarebbe stata una carneficina.

Daniele06 La migliore risposta a Marco01 è la pace dell'attuale Crimea, mentre i suoi compari a Kiev tra bancarotta e guerra civile stanno benone.

Marco07 Sai qual'è in problema principale? La dissoluzione dell'URSS con i confini disegnati ad minchiam. Tutto questo accade perché milioni di cittadini di diverse etnie sono rimasti fuori dai confini. Vale per i russi di Crimea, come per quelli del Donbass, così come quelli delle repubbliche baltiche e per gli osseti del sud (che senso ha tenerli separati dagli osseti del nord??). Pure in Kazakistan c'è una forte presenza di cittadini di etnia russa, ma il loro Presidente non è così idiota da fomentare l'odio tra le due etnie principali.

Piero08 Marco01 il fallimento economico lo vediamo qua! Inoltre non ho bisogno di adulare nessuna donna, anche se bella e russa. Basta solo guardare la realtà. Osseti e abkhazi dovevano forse essere immolati sull'altare della fasulla democrazia targata NATO? L'intervento è stato legittimo e sancito dall'ONU. Questo è un fatto, e un fatto è la cosa più ostinata che esista al mondo.

Marco01 Elena03 Putin è tuo padre , tuo fratello, tuo figlio? No. Lui deve garantire il benessere dei russi e non ha raggiunto l'obbiettivo (fallito come gli stessi storici russi lo riporteranno nei libri di storia) ma nonostante tutto riesce a rimanere al potere provocando guerre coi paesi vicini alla Russia senza quest'ultimi siano in grado di minacciare ed invadere la Russia a cui tutta l'Europa Occidentale compresa deve il Rinascimento visto che furono i russi a fermare i popoli nomadi dell'Asia centrale ad invadere l'Europa dopo le incursioni mongole. Non mi hai ancora detto come si scrive il candidato russo escluso alle presidenziali russe dalla magistratura russa con grande piacere di Putin!

Vito09 Mai letto tante FESSERIE tutte assieme

Piero08 Marco01 mi complimento con te! Dove hai studiato Storia? A Hollywood?

Elena03 Si , Putin mio figlio 😂

Marco01 Elena03 io non dimenticherò mai la madre russa che veniva narcotizzata in diretta televisiva mentre criricava le autorità per la morte del figlio morto nel sottomarino Kursk. Putin aveva paura anche delle critiche di una madre addolorata per la morte del figlio insieme agli altri marinai del sottomarino ! http://www1.adnkronos.com/.../RUSSIA-NARCOTIZZATA-IN...

Gianni02 Marco01 forse perché sei l’unico che dice cose che non stanno né in cielo né in terra?

Elena03 Marco01 non ho nessuna voglia di dire sempre solite cose. Puoi pensare tutto ciò che vuoi. Non mi interessa, davvero

Gianni02 Marco01 continua a seguire e credere alle notizie dei media, poi se la gente che si informa ti prende a pesci in faccia che vuoi farci?

Marco01 Perfetto Elena03

Carlo10 Marco01 Invadere?!?!?!

Roberto11 Elena03 hai dei amici del caxxo

Enea12 Marco01 se non conosce i fatti reali cerchi almeno di non fare pensieri fuori dalla realta

Emanuele13 Cosi fallimentare che il pil russo è quadruplicato in 19 anni diventando 4 che quello italiano e superando pure la Germania, quindi che parli a fare. Ammetti che sei un cazzaro e che ami i golpisti di Kiev, faresti più bella figura

Andrea14 www.numbeo.com

Marco01 Emanuele13 perché i russi non stanno tanto bene da far tanti figli ed evitare la riforma delle pensioni non tanto rosea di Putin? Non si può non amare la Russia se si ama l'Europa ovverosia l'Italia il cui rinascimento è fiorito grazie ai russi che dopo i mongoli hanno impedito le invasioni dei popoli nomadi dell'Asia centrale verso l'Europa Occidentale. La Russia è per sempre. Ma Putin è solo oggi ed un presente amaro caratterizzato dalla morte di tanti giornalisti russi come la grande Annal giornalista critica delle guerre di Putin

Gianni02 Marco01 ma finiscila. Ora cominci con le morti sospette dei rivali di Putin, tipo quello che aveva un partito di ragazzini e non arrivava al 5%.

Enea12 Appunto le ripeto che se non conosce i fatti non racconti favolette prese su qualche testata giornalistica filo americana.

Natalia15 Ma va la

Emanuele13 Ma.impedito cosa, che sono arrivati fino all'adriatico con le scorrerie. Cerchi di difendere l'indifendibile

Marco01 Gianni02 però Putin aveva paura che il partitino del 5 % potesse crescere ed ha voluto l'esclusione del suo rivale politico alle presidenziali russe grazie alla magistratura russa

Marco01 Emanuele13 io non mi riferivo ai mongoli fermati dai cavalieri tedeschi coi polacchi in Slesia bensì agli altri popoli dell'Asia centrale avrebbero potuto invadere l'Europa Occidentale dopo i mongoli come per esempio i kazaki

Emanuele13 Vabbe Lascio perdere, è tempo sprecato

Alfio16 Gianni02 bravo... Io ero a Majdan e ho visto e sentito tutto
Putin non poteva permettere di essere sfrattato... sloggiato da Sebastopoli perché la flotta del mar Nero è la polizza sulla vita della Russia.... senza accesso al mar Mediterraneo la Russia è fregata! E gli americani ed gli Israeliani questo volevano
Putin é stato costretto a riprendersi la Crimea.. Russa da 200 anni.. che Krushov regalò alla Ucraina 50 anni fa... Allora era tutto URSS e la Russia non disse niente.... Dopo il crollo della Unione Sovietica la Russia ha pagato un grosso affitto alla Ucraina per la base
Io sono stato in Crimea prima e dopo e vi posso dire che i russi l'hanno messa a nuova ché stava in condizioni pietose
Ho avuto diverse fidanzate della Crimea... Tutte contente di essere adesso russe come gran parte della popolazione

Gianni02 Alfio16 ecco, io non volevo nominare Israele per non scatenare polemiche antisemite ma loro ci sono dentro fino al collo.

Marco01 Alfio16 il piano di Putin era di ricostruire l'Unione Sovietica col nome d'Eurasia ma senza l'Ucraina non ci sarà alcuna confederazione Eurasiatica degna di valore e la Crimea serve a Putin per salvarsi la faccia di fronte ai russi

Gianni02 Marco01 non c’entra niente la faccia. I motivi sono altri, la popolazione di origini russe, la ricchezza dei territori e lo sbocco nel mediterraneo ed impedire che la Russia si trovasse circondata totalmente da basi nato.

Marco01 Gianni02 decidetevi a definire gli ucraini dei nazisti od amici d'ebrei

Gianni02 Marco01. Non sono amici degli ebrei, loro li usano perché gli servono.

Alfio16 Putin e i russi in generale hanno commesso dei gravi errori in Ucraina

Alfio16 Hanno appoggiato un presidente sì filorusso ma corrotto...e poi hanno gestito malissimo la crisi ucraina...hanno sempre trattato gli ucraini dall'alto in basso e con metodi mafiosi..adesso hanno perduto la amicizia del popolo ucraino e di questo hanno approfittato gli occidentali che sono riusciti a scippare l'Ucraina alla Russia ..una grande perdita irreversibile..io sono ogni mese a Kiev e mi accorgo di quanto adesso gli ucraini odino i russi...Putin è stato fregato..ma comunque l'annessione della Crimea è una buona consolazione per i russi!

Elena03 Alfio16 una buona parte dei miei amici sono ucraini. Non parlare di tutti

Elena03 Ignoranti odiano russi, mi dispiace per loro. Poi non ho capito cosa intendi quando dici che russi trattano ucraini dall'alto in basso? Che roba è?

Davide17 Marco01 ma vattene affanculo per favore . Sei tu il guerrafondaio con le menzogne che dici . Ma vai a studiare la storia e anche a conoscere un Po la Russia

Alfio16 Elena03 mi sembra strano che Tu non sappia questo....i russi hanno nei confronti degli ucraini( non quelli di origine russa)lo stesso atteggiamento di superiorità che hanno in francesi nei confronti degli italiani....non si sentono affatto cugini...li considerano inferiori...
Inoltre la mafia politica russa riteneva l'Ucraina il cortile di casa ..ha sempre fatto i propri comodi in Ucraina..per ultimo Janukovich che si portò il suo clan da Donetsk a Kiev...io so tutto..ho visto tutto...conoscevo personalmente il figlio pure....poi tutte le mie amiche moscovite mi parlavano e mi parlano degli ucraini come i nordtaliani parlano dei napoletani...li considerano zingari..sfaticati furbi e le donne sono delle puttane!...forse perché molto belle e povere...il salario medio moscovita è 2000 euro al mese quello ucraini 200 euro...1 a 10.... è chiaro che poi c'è questa mentalità....il governo di Kiev è un governo fantoccio di America Israele e anche Germania....il sindaco di Kiev Klitcho è un pupazzo di Merkel...a Majdan c'è stato un Putch e adesso gli ucraini vengono aizzati contro i russi per motivi geopolitici....adesso gran parte degli ucraini odiano i russi e vogliono essere europei...ho notato speciakmente quelli facoltosi che si stanno arricchendo col nuovo regime di Kiev

Giovanni18 Marco01 siamo tutti contro di te, forse se rifletti e conti fino a 10 ti renderai conto delle idiozie che racconti

Alfio16 Putin..il grande Putin si è fatto fregare l'Ucraina...meno male che ha almeno salvato la Crimea e il Donbass

Giovanni18 Comunque lo scisma delle chiese ortodosse compiuto da Bartolomeo e' opera degli stessi attori del maidan a kuev

Danilo19 Ancora qualche troll che dice trollate in giro si trova.......😂😂😂 (Marco01)

Danilo19 Alfio16 Putin da grande studioso di storia ha capito che non si può “annettere” un territorio con la forza (anche se si hanno tutte le buone intenzioni). Invece, mettere in condizione di scegliere, la popolazione di un determinato territorio, porta risultati di lungo e lunghissimo periodo. Questo fanno gli STATISTI.

Alfio16 Danilo19 si però intanto gli occidentali si sono insediati a Kiev e le stanno succhiando il sangue e possono minacciare Mosca da appena 400km.... Putin non doveva mai permetterlo....vorrei vedere se i Russi si insediassero in Mexico come reagirebbero gli Usa

Jay20 HastatoPutin, anche oggi sono inciampato in casa ed ho pensato lo stesso. È sempre colpa di Putin!.....

Marco01 Che razza di ragionamento è questo? Giovanni18 forse che la verità sia figlia della moltitudine delle persone che prendono posizione da una parte o dall'altra ? Ti consiglio di studiare la Storia perché lo storico greco di Roma, Polibio, affermava che la Storia educa alla politica la classe dirigente dello Stato ed il grande Tucidide, storico della Guerra del Peloponneso studiava la Storia non per conoscere il passato bensì il futuro perché i meccanismi politici umani sono sempre gli stessi come la retorica del nemico alle porte da parte di tiranni e demagoghi ed infatti con Putin che distrae il popolo russo dai suoi fallimenti economici pur di rimanere al potere con la conseguenza che la Russia si ritrova ad avere i suoi piccoli paesi vicini non più amici come l'Ucraina dove negli anni 90 nessuno a Kiev prendeva in considerazione Filarete ed adesso dopo la guerra di Putin tutto il popolo ortodosso non cattolico uniate di Kiev, sorella di Roma e Bisanzio, lo vuole come suo patriarca ortodosso al posto del patriarca moscovita considerato un patriarca straniero dopo la perdita avvenuta col referendum in presenza di soldati invasori come l'Austria invasa da truppe tedesche von una maggioranza austriaca referendaria superiore da quella crimeana diversamente dal Texas che venne annesso agli Stati Uniti d'America senza la presenza di truppe statiunitense con la libera volontà dei texani liberatesi da soli dai messicani ed infatti il Texas è l'unico Stato staiunitense ad avere il legittimo diritto alla secessione riconosciuto da Washington al Texas al momento dell'annessione pacifica e legittima !

Pietro21 ma chi è sto cretino?

Edoardo04 Infatti gli date pure retta

Giovanni18 Marco01 fai ridede

Danilo19 Alfio16 l’ideologia nazifascista non ha mai abbandonato l’Ucraina tant’è che chi ha determinato il golpe sono seguaci di Bandera.........un’ideologia che ha ripreso forza con la caduta del comunismo e infine il potere x colpa della corruzione generata dalla perestroika, di cui poi Yanukovich ne è diventato il simbolo. Un’atto di forza sarebbe stato (e sarebbe sempre) un atto di guerra verso un paese sovrano. E il “democratico” Occidente non aspetta altro x testare i suoi armamenti e mettere in moto la già ben collaudata macchina mediatica.

Edoardo04 Il problema per gli ukronazi, specie i galiziani, i peggiori, e che fanno schifo a tutti. Perfino ai polacchi

Danilo19 Edoardo04 “l’unico fascista buono è quello morto” (idem x quelli sopra).

Christian22 Marco01 La colpa dei Russi è stata esclusivamente quella di, in un momento di estrema debolezza, essersi fidati delle promesse e della falsa amicizia dei bifolchi della NATO. Quanto all'attuale ucrainien, si tratta di un buco nero foriero di vero e proprio terrorismo. Un disastro del quale l'UE è prima responsabile e al quale bisogna riparare il prima possibile per la sicurezza di tutte le persone per bene.

Marco01 Christian22 per me l'ingenuità dei russi è quella d'essere stati infinocchiati da Putin comunque io mi ero limitato a riportare il pensiero di moltissimi studiosi di geopolitica per il quale Filarete non veniva considerato da quasi nessuno negli anni 90 soprattutto neanche dal governo ucraino dell'epoca finché non c'è stata l'invasione russa di Putin della Crimea riuscita grazie alle basi russe nella penisola degli antichi cimmeri (un popolo della famiglia dei popoli indo europei od ariani dei traci realmente esistito diversamente dal cimmero Conan il barbaro ) come sarebbe avvantaggiata l'invasione americana della Germania ed Italia grazie alle basi statiunitensi. Ti consiglio di leggere l'articolo, allegato sotto il mio presente commento, per il quale Filarete dovrebbe ringraziare Putin se oggi il popolo ed il governo ucraino sono dalla parte della Chiesa di Filarete. La Russia non è Putin e Putin non è la Russia ed infatti Putin non persegue gli interessi della Russia figurati del patriarcato moscovita soppresso da Pietro il Grande e ricostituito da Stalin durante la seconda guerra mondiale 
https://www.remocontro.it/.../tra-mosca-e-kiev-anche-lo.../

Christian22 Marco01 Gli interessi dei russi li comprendono i russi, non certo qualche babbeo italiano che vive in una sottomessa colonia. Poi paragonare la riunificazione della Crimea con la madrepatria russa ad una invasione americana della Germania i dell'Italia non lascia dubbi circa lo stato della tua lobotomia.

Christian22 Marco01 Questo ti aiuterà a rinfrescarti la memoria e a fare meno figure da babbeo:
http://m.ilgiornale.it/.../cosi-lamerica-si-e.../1050162/

Marco01 Christian22 perché prima non c'erano i rubli di Mosca per i politici ucraini filo Putin, il quale quest'ultimo non persegue gli interessi della Russia bensì i suoi personali d'attaccamento al potere ed alla poltrona ?

Christian22 Marco01 I russi non la pensano come te ne come i terroristi della NATO circa l'operato di Putin. l'Ucraina purtroppo è stata lasciata alla mercé dei servizi occidentali che sono stati capaci di organizzare due colpi di stato in 10 anni. La questione andava risolta tempo fa staccando Galizia e transcarpatia con tutto il male che si portano dentro.

Marco01 Christian22 meno male che non sono russo perché subirei la politica nefasta di Putin verso la Russia e la Chiesa Ortodossa russa

Christian22 Questo weekend i tuo amichetti ukroterroristi hanno ucciso altri 3 civili. Siano stramaledetti loro e chi li appoggia

Christian22 Marco01 Credo che qualunque russo possa apprezzare il fatto che tu non sia russo

Marco01 Christian22 non ho amici terroristi e per me Russi ed Ucraini pari sono ed entrambi i popoli slavi stanno subendo i danni della politica scellerata di Putin che ha rotto l'unità millenaria spirituale di Russia ed Ucraina

Giovanni18 scellerata di Putin ma non e' forse anche il caso di dire criminale ed assasina di Poroschenko ????

Giovanni18 l' unita' spirituale e' stata rotta da Bartolomeo patriarca ecumenico di Costantinopoli dando l' autocefalia a Kiev , comportandosi di fatto come un despota a casa di altri , e provocando ora una guerra tra credenti nella stessa religione , possibile non accorgersi di un fatto talmente chiaro , Bartolomeo e' stato spinto da Poroschenko a provocare questo scisma , come e' possibile dare la colpa a Mosca e a Putin.

Marco01 Giovanni18 come la Russia ed i russi sono finiti in questa situazione? Per un uomo di nome Putin i cui leccapiedi vorrebbero tenerlo sulla poltrona fino all'ultimo giorno suo cancellando la democrazia e le elezioni in Russia !
http://www.asianews.it/.../Cambiare-la-costituzione-per...

Christian22 Marco01 Come puoi tu, che vivi colonizzato da 70 anni, pensare di dare lezioni di democrazia e libertà ai Russi? Ma l'umana dignità dove l'hai messa?

Marco01 Christian22 io da uomo dignitoso amo la democrazia che nasce con la battaglia di Maratona contro i persiani presso i quali si era rifugiato il tiranno d'Atene scacciato dagli ateniesi pronti a morire contro l'impero più grande del mondo dell'epoca per la libertà che sottomettersi agli stranieri od al loro tiranno amico della Persia. Gli ateniesi di Maratona non si sarebbero mai fatti abbindolare da alcun tiranno del mondo compreso Putin attaccato alla poltrona

Elena03 Ascolta Marco , inutile che mi posti qui articoli. Siamo noi a decidere chi votare , ok ? Per noi va bene Putin , punto

Marco01 Elena03 che in Russia le elezioni siano sempre decisive per scegliere i leaders russi non solo sulle promesse di grandezza ma soprattutto sul realizzato o mancata realizzazione del benessere di ogni singolo cittadino russo cioè quanti soldi realmente abbia un russo in tasca come per esempio noi italiani che abbiamo mandato a casa Renzi che nonostante coi suoi posti di lavoro farlocchi aveva svuotato le tasche degli italiani

Elena03 Si vede che non hai idea di come era Russia prima di Putin.

Roberto23 Marco01 sei un povero cojones che non merita risposta.

Roberto23 Christian22 frutto del rincoglionimento occidentale ... questi sono gli effetti della propaganda. Accusa la Russia sulla riforma delle pensioni .. senza guardare la devastazione dei 70 anni in Italia.

Marco01 Ogni vero leader democratico come Milziade e Temistocle passata l'emergenza lascia il potere come fece George Washington. Putin con la riforma delle pensioni dimostra lui stesso che non è riuscito in quasi venti anni dal settembre del 1999 ha risollevare l'economia russa in maniera tale da riportare i russi a fare più figli ed invece per evitare o meglio ancora per allontanare nel tempo gli effetti negativi della denatalità slava fa adesso riforme come le riforme pensionistiche italiane da Dini in poi. Se uno non è in grado di realizzare il benessere dei cittadini deve mettersi da parte come impone la regola storica della democrazia

Elena03 Va bene. Lo riferisco ai miei connazionali )))

Chiara24 Ha risollevare?????

Chiara24 Lascia stare Elena tempo e fiato sprecati....

Giovanni18 Marco01 sei un troll in libera uscita ?

Marco01 Sono vero come ogni essere umano

Giovanni18 allora mi dispiace ma temo che le tue tesi qua non abbiano avuto molto consenso .

Marco01 Giovanni18 ho solo manifestato il mio pensiero che si manifesta quando non si è d'accordo. Quando mai è necessario il proprio pensiero se si è d'accordo col pensiero già manifestato dagli altri interlocutori?

Giovanni18 niente di personale , ma non hai altro da fare ?

Marco01 Giovanni18 ho appena finito di leggere il giornale sulle novità odierne

Giovanni18 hai bevutio il caffe ? ti sei fumato una bella sigaretta seduto in bagno ? be' ti consiglio di farti una bella passeggiata all' aria aperta a rinfrescarti le idee confuse , deve essere stata una nottataccia.

Marco01 Giovanni18 già fatto tutto ciò

Giovanni18 bene allora vediamo se hai le idee piu' chiare o se come temo non sia servito a molto

Marco01 Giovanni18 per te è importante vivere in un mondo dove tutti hanno lo stesso pensiero? Che tristezza vivere in tal mondo totalitario che mai sarebbe piaciuto a Voltaire che avrebbe dato la propria vita affinché il suo interlocutore potesse manifestare nel mondo le sue idee anche se quest'ultime non fossero condivise dal filoso francese ospite illustre del grande re prussiano

Giovanni18 no prego , nessuno ti vieta di scrivere il tuo pensiero , solo ti faccio notare che qua non ha riscosso tanto successo cio' che dici, e visto che insisti credo intimamente tu lo pretenda come la verita' assoluta il tuo pensiero e questo mi da' alquanto fastidio perche' la ritengo una posizione oltremodo sbagliata , altro potrebbe essere che ti diverti a fomentare gli animi laddove sai che la gente la pensa diversamente da te , e questo lo ritengo indegno e scorretto .

Marco01 Giovanni18 scrivo soltanto in risposta a ciò che gli altri commentano il mio breve pensiero originale. Non ho la pretesa che il mio pensiero sia la verità assoluta però se gli altri attaccano il mio pensiero allora credo umilmente di non avere scritto fessere perché non si perde mai del tempo prezioso a replicare alle tante fesserie che si leggono. In altre parole se gli altri replicano quindi io non scrivo fesserie

Giovanni18 ti stai arrampicando sugli specchi , comunque va bene cosi.

Peppe25 Elena03, riferisci cosa?

Elena03 Che secondo Marco Putin deve dimettersi ))))))

Peppe25 Si però ha toccato un argomento che a me sta a cuore, che mondo sarebbe se tutti avessero le stesse idee? Ha esposto con la massima educazione.. comunque giura che riferisci davvero!

Elena03 Libero di fare. Si si lo riferisco 😂

Peppe25 Evidente poi che chi scrive nel tuo spazio elogia una certa mentalità, come dire, se siamo nel gruppo di Juventini, tutti o quasi avranno la stessa fede.

Peppe25 Questo nn vuol dire che la Juve possa truccare le partite pagando gli arbitri...

Peppe25 Come fanno a dar ragione al tuo amico che critica Putin? Come darsi la zappa sui piedi...

Elena03 Mio amico sta scrivendo un sacco di sciocchezze ))))

Peppe25 Dal tuo punto di vista certamente. Perciò dovresti aggiungere la parola, secondo me...

Elena03 Non conosce i fatti. Non è un punto di vista

Peppe25 I fatti chi li conosce? Tu perché leggi un tipo di informazione? Sicura che sia affidabile? Certo perché proviene da fonti congeniali a Putin.

Peppe25 Pure io cado a volte nel categorico, dovrei spesso dire, secondo me, perché nessuno è bibbia, proprio nessuno..

Elena03 Parlate tra di voi. ) io non ho voglia, davvero

Peppe25 Secondo me Putin che tra parentesi ha fatto cose anche buone x la Russia, ora come ora è un vero danno x la stessa Nazione. Lo snodo pensioni x esempio è chiaro sintomo che qualcosa nn va. No io parlo con te, e solo con te, perché? Nn c'è un perché...😂😂😂😂

Elena03 Cose che non vanno in Russia ci sono ma non c'entrano nulla con questo post

Peppe25 Si, vero.

Elena03 Chi gode la divisione della Chiesa ortodosso non è. Tutte le persone normali sono dispiaciuti ed è molto

Peppe25 Compreso me e mia moglie..

Elena03 Certo. È un sentimento normale delle persone per bene

Peppe25 Se ci si divide pure sulla religione che tra l'altro dovrebbe inculcare pace e unione, è sintomo assai grave.

Elena03 Chi gioisce per una spaccatura nella chiesa non è ortodosso. Con questo vi saluto 😘


16 ottobre 2018

Renzi: “Presto ci sarà una sollevazione popolare..."

L’ex presidente del Consiglio, Matteo Renzi, nella sua ultima enews torna all’attacco del governo: “Nelle prossime settimane ci sarà una sollevazione popolare contro l’incapacità di questo governo: una sorta di marcia dei quarantamila quarant’anni dopo. La gente che lavora, che risparmia, che vuol bene all’Italia deve farsi sentire”.


Renzi: “Presto ci sarà una sollevazione popolare contro l’incapacità di questo governo”

L’ex presidente del Consiglio, Matteo Renzi, torna a parlare attraverso la sua enews settimanale, introducendo i temi della Leopolda che si terrà a Firenze nel weekend. E anche stavolta Renzi non risparmia un attacco all’esecutivo guidato da Giuseppe Conte, dicendosi convinto che “nelle prossime settimane ci sarà una sollevazione popolare contro l’incapacità di questo governo: una sorta di marcia dei quarantamila quarant’anni dopo. La gente che lavora, che risparmia, che vuol bene all’Italia deve farsi sentire”. L’ultima news di Renzi è dedicata sopratltutto ai temi della Leopolda, tanto che l’ex segretario del Pd spiega come inizierà la sua iniziativa: “Vista la gravità della situazione ci sarà una breve introduzione mia e di Pier Carlo Padoan. Presenteremo una proposta di legge di bilancio che avrebbe come effetto di dimezzare lo spread e abbassare le tasse. Probabilmente i signori del Governo non ci ascolteranno, ma noi mostreremo pubblicamente agli italiani come si potrebbe evitare di penalizzare i lavoratori e favorire gli speculatori come loro stanno facendo”.

Renzi si sofferma ancora sul programma della Leopolda, parlando di quanto avverrà sabato: “Subito dopo pranzo mi trasformerò in un conduttore televisivo con alcuni ospiti speciali con i quali finalmente potrò fare il mio lavoro prediletto: l’intervistatore. Parleremo di ritorno al futuro con personaggi molto diversi e molto interessanti. Tra gli altri il medico Roberto Burioni che su Facebook e non solo lì combatte i venditori di fumo, Federica Angeli la giornalista che combatte la mafia a Ostia, Roberto Cingolani il padre dei robot italiani. Ma ci saranno anche altre gradite sorprese”. Poi, il racconto del programma prosegue: “Dalle 17 andremo avanti con la plenaria e la presentazione – con Ivan Scalfarotto – dei comitati civici, comitati di resistenza civile contro la mediocrità e la banalità del Governo. Comitati per tornare al futuro e farlo di corsa prima che si abbatta sull’Italia lo tsunami causato dalla spaventosa incapacità grillo-leghista. Chiederemo a tutti di aprire un comitato civico coinvolgendo anche e soprattutto persone fuori dall’impegno politico. Io sono convinto che nelle prossime settimane ci sarà una sollevazione popolare contro l’incapacità di questo Governo: una sorta di marcia dei quarantamila quarant’anni dopo. La gente che lavora, che risparmia, che vuol bene all’Italia deve farsi sentire. E i comitati civici saranno uno strumento in questa direzione”.

Divieto di parlare del congresso Pd

Renzi non vuole che la Leopolda diventi un’occasione per parlare del Pd e del prossimo congresso: “Ovviamente alla Leopolda il tema del congresso del PD – scrive – non sarà neanche toccato. Ci saranno tanti parlamentari del mio partito, ma come sempre la Leopolda non è un appuntamento del PD. E dunque non sarà l’occasione per parlare di primarie e segretari. Ve l’avevo già detto, ma ripeterlo non fa male. Specie per i nostri amici che dovranno lavorare in veste di giornalisti. Si parla di Politica, alla Leopolda, non di un singolo partito. Come accade ormai da nove edizioni”.

L’attualità e il M5s

Renzi si sofferma sui Cinque Stelle: “Di Maio, Grillo, Casaleggio e Casalino hanno deciso di fare la loro iniziativa annuale casualmente negli stessi giorni della Leopolda. Cercano di oscurarci. Non si rendono conto che ci fanno un favore. Certo, alcuni giornalisti si occuperanno più della manifestazione grillina che non di noi, lo do per scontato. Ma aver fissato la loro iniziativa in contemporanea con la nostra ci fa un regalo: ci dimostra che noi siamo esattamente l’opposto di questi Cinque Stelle, di questo Governo. Ecco perché la Leopolda di quest’anno sarà importante il doppio. Perché si tratta di resistere a un’ondata di fango contro di noi e soprattutto di fango sul Paese. E i comitati civici saranno lo strumento per tanti, non solo per gli iscritti al PD”.

L’ex presidente del Consiglio parla anche delle questioni della settimana, partendo dal caso di Lodi e della mensa della città lombarda: “Discriminare un bambino per la condizione economica dei suoi genitori o per la sua provenienza geografica è una vergogna assoluta. Ditemi se non provate la stessa desolazione che provo io”. Poi, un riferimento alla manifestazione degli studenti degli scorsi giorni e ai manichini di Salvini e Di Maio a cui hanno dato fuoco: “Quando impiccavano il mio fantoccio in piazza, a Torino come altrove, Salvini e Di Maio dicevano che la gente era esasperata, che era stanca di me, che non avevo più consenso. Oggi non li ripago con la stessa moneta ma dico che bruciare manichini con la faccia di Salvini e Di Maio fa schifo. Chi lo ha fatto ha sbagliato profondamente”.

[Link]

15 ottobre 2018

Rocco Siffredi: “E' difficile entrare da davanti, figuriamoci dietro”

Dopo accese discussioni e fiumi d'inchiostro, senza giungere ad una decisione unanime, arriva finalmente il parere dell'esperto, riguardo il presunto stupro di Cristiano nei confronti di Kathryn Mayorga.



Rocco Siffredi: “Stupro CR7? Impossibile, è difficile entrare da davanti senza consenso, figuriamoci dietro”

Rocco Siffredi, famoso porno attore italiano, ha detto la sua alla trasmissione televisiva “La Zanzara” sul presunto caso di strupo commesso da Cristiano Ronaldo a Las Vegas: ”Impossibile che Cristiano Ronaldo abbia commesso un reato simile. Dalla mia più alta esperienza posso dirvi che è utopico pensare di violentare una persona analmente senza il suo consenso. Ne sono strasicuro. Non riesci quasi ad entrare da davanti, figuriamoci dietro. Non penso che Ronaldo sia uno così.

[Link]

14 ottobre 2018

Mette incinta la fidanzata, poi la madre, la zia e la sorella di lei

La notizia di questo campione calabrese ha fatto il giro delle bacheche nazionali e sta girando da quasi un anno: un aitante giovane ha fatto sesso con un’intera famiglia, di cui molte componenti sarebbero rimaste incinte. 

Peccato però che Alfio Fragomeni, fantomatico protagonista della storia, non esista e che il sito che ne ha dato notizia, Sky 24 Ore, giochi sull’assonanza delle parole che rimandano al colosso italiano Sky, ma che con l’azienda non abbia nulla a che fare ma la notizia era così golosa, che potete tranquillamente trovarla nei siti dei principali quotidiani nazionali, tra cui il Messaggero ed il Mattino (di cui riporto il link a fondo pagina)


Mette incinta la fidanzata, poi la madre, la zia e la sorella di lei: la storia di un 23enne calabrese diventa virale

Mette incinta la fidanzata, poi la mamma di lei, la sorella e la zia. Non è una barzelletta, ma una storia vera, quella di Alfio raccontata da Luciana Littizzetto e Vic nell’ultima puntata del programma La Bomba di Radio DeeJay.

Alfio è un ragazzo calabrese di 23 anni, bello e fidanzato con una 19enne. Quando ha scoperto della gravidanza non è stato felicissimo, così ha deciso di smettere di fare sesso con lei, a causa di un blocco psicologico che la situazione che stava vivendo gli aveva provocato. Questo lo ha spinto a confidarsi con la madre della giovane fidanzata, così la donna, preoccupata del fatto che potesse tradire la figlia, si è offerta di soddisfare lei i bisogni sessuale del giovane e sono stati a letto insieme.

Dal momento di passione però è venuta fuori una seconda "brutta notizia" per Alfio, visto che anche la suocere era incinta. òa depressione ed il timore del ragazzo non passano inosservati agli occhi di una zia della fidanzata che cerca di consolarlo in tutti modi, fino a finirci a letto insieme, ma anche questa volta lei rimane incinta.

Alfio cerca di scappare da questa situazione e va  a riflettere in un casolare fuori dal paese dove incontra la sorella 17enne della sua fidanzata con cui si sfoga. Anche in questo caso il momento di consolazione va oltre e ha un rapporto anche con la giovane che resta incinta. 

Alfio è scappato dal paese. Che si sia trattato di gravidanze reali o di una semplice trovata per mettere nei guai il ragazzo in difficoltà non è ancora sicuro. Certo è presumibile che lui possa aver imparato una grande lezione dalla vita.

[Link]

13 ottobre 2018

Salvini abbatterà personalmente una villa abusiva

Sembra che dopo le lezioni di ruspa (che in realtà era un escavatore) dello scorso Primo Maggio (Leggi), sia finalmente venuto il momento di mettersi all'opera per Matteo Salvini, che entro ottobre ha dichiarato che guiderà personalmente una ruspa, per abbattere la villa abusiva dei Casamonica a Roma.


Salvini: «Guiderò la ruspa che abbatterà la villa abusiva dei Casamonica a Roma»

Ruspa per i Casamonica. «È questione di giorni. Entro ottobre guiderò personalmente la ruspa che abbatterà la villa abusiva dei Casamonica a Roma. Non vedo l'ora di raderla al suolo per restituirla alla comunità», lo ha detto il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, nel corso di una diretta Facebook 

Camicia bianca aperta e ombrello per proteggersi dalla pioggia, il ministro dell'Interno invita lo staff che lo riprende ad inquadrare la bellezza di Roma vista dall'alto. «Là - indica - c'è l'Altare della Patria: posso farlo vedere senza essere accusato di nostalgie mussoliniane?». Poi, aggiunge, «là in fondo c'è l'Eur; non lontano da qui c'è Latina, con le bonifiche di terre che erano paludi ed ora sono città, ma non so se posso dirlo perchè le ha fatte Mussolini. Devo fingere che non esista tutto ciò, non posso prendere il treno alla Stazione Centrale di Milano, per carità di Dio. Viva la libertà».

Nella sua panoramica sulla Capitale il ministro si sofferma poi su una palma, che sorge in un giardinetto accanto al
Viminale: «Così alta, così sola, riflettiamo sulla solitudine di quella palma», dice e subito dopo indica un monumento più lontano: «li c'è il Colosseo, guarda che spettacolo». 

«Sono felice che Salvini confermi la sua presenza alla nostra iniziativa per abbattere la villa dei Casamonica. Sui temi della legalita e sul riutilizzo dei beni confiscati ad uso sociale siamo impegnati da anni con tutti i ministri dell'interno e ora anche con Salvini». Così il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

[Link]

11 ottobre 2018

Lui muore prima del matrimonio, lei con l’abito da sposa sulla tomba

Jessica e Kendall James si sarebbero dovuti sposare il 29 di settembre. Ma pochi mesi prima del sì lui è morto in un incidente. Lei però ha deciso di immaginare lo stesso, il giorno del loro matrimonio. Di posare con l’abito da sposa, anche se lui non c’è più. Con la sua immagine, e sulla sua tomba.



Lui muore in un incidente prima del matrimonio, lei con l’abito da sposa in lacrime sulla tomba

La storia di Jessica Padgett, americana dell'Indiana: il 29 settembre avrebbe dovuto sposarsi con Kendall James Murphy, travolto e ucciso da un automobilista ubriaco pochi mesi prima delle nozze. Ha voluto posare con l'abito da sposa

Jessica e Kendall James si sarebbero dovuti sposare il 29 di settembre. Ma pochi mesi prima del sì lui è morto in un incidente. Lei però ha deciso di immaginare lo stesso, il giorno del loro matrimonio. Di posare con l’abito da sposa, anche se lui non c’è più. Con la sua immagine, e sulla sua tomba.

La storia è quella di Jessica Padgett, americana dell’Indiana, e di Kendall James Murphy, vigile del fuoco, travolto e ucciso da un automobilista ubriaco mentre era sceso ad aiutare la vittima di un incidente stradale. Tutto è accaduto pochi mesi prima del 29 settembre, data in cui i due avrebbero dovuto sposarsi. E allora lei ha deciso di contattare una fotografa, Mandi Knepp, e di posare lo stesso con l’abito da sposa. Con le damigelle, il vestito bianco, l’immagine dell’uomo che sarebbe dovuto diventare suo marito.

E ancora, accanto alla sua divisa da lavoro, e in lacrime sulla sua tomba. Con l’abito da sposa che avrebbe dovuto essere quello del giorno più bello della loro vita. La storia, raccontata dai media americani, ha commosso il mondo.

[Link]